Nuovi linguaggi per prevenire e contrastare la violenza contro le donne

Il progetto” Nuovi linguaggi per prevenire e contrastare la violenza contro le donne”, ideato da SVS Donna Aiuta Donna Onlus è stato realizzato con il Comune di Milano e con IED, IULM e Naba nell'ambito dell'iniziativa regionale “progettare la parità in Lombardia 2013″.   Una svolta nella campagna contro la violenza sulle donne. Il 23 settembre 2014 alla Casa dei Diritti il Comune di Milano, Assessorato alle Politiche Sociali e Cultura della Salute, e SVS Donna Aiuta Donna Onlus hanno presentato ben nove progetti, ideati dagli studenti di IED, IULM e NABA per prevenire e contrastare la violenza contro le donne. E in ciascuno di essi il messaggio, per la prima volta, è rivolto agli uomini. Un ponte lanciato verso la popolazione maschile, un dialogo aperto tra giovani generazioni, gli studenti che hanno creato pagine pubblicitarie, video, manifesti  da una parte, e fruitori maschi dall’altra. Sono messaggi talvolta metaforici, talvolta provocatori, tutti efficaci per indurre a riflettere su un tema che è sempre di triste attualità. “Le campagne contro la violenza sono spesso rivolte alle donne per spingerle a denunciare i maltrattamenti subiti e all’opinione pubblica affinché si moltiplichino le iniziative di difesa, tutela e sostegno delle vittime”, afferma Pierfrancesco Majorino, Assessore alle Politiche Sociali e Cultura della Salute del Comune. “Raramente le campagne sono rivolte agli uomini spesso lasciati soli nella gestione di situazioni difficili, spesso incapaci di relazionarsi alle donne  di gestire la propria aggressività. Il Comune, insieme alla Rete antiviolenza lavora quotidianamente, attraverso una risposta ricca e articolata di servizi per aiutare e sostenere le donne. Ora vogliamo iniziare a rivolgerci anche agli uomini e queste campagne realizzate dai ragazzi e dalle ragazze ci aiuteranno a costruire questo dialogo con loro”. Le idee creative sono state elaborate per il progetto “Nuovi linguaggi per prevenire e contrastare la violenza contro le donne”, presentato nell’ambito del bando “Progettare la Parità in Lombardia 2013” finanziato dalla Direzione Generale Casa, Housing Sociale e Pari Opportunità. ”Per anni – spiega Alessandra Kustermann, Direttore scientifico di SVS DAD Onlus e Responsabile del Soccorso Violenza Sessuale e Domestica del Policlinico di Milano – abbiamo lavorato per dare alle donne assistenza dopo una violenza subita, ma è fondamentale oggi agire sulla prevenzione: educazione, sensibilizzazione e informazione della popolazione, dei bambini e dei giovani. E’ per questo che già da due anni SVS DAD Onlus sta lavorando con gli studenti delle scuole di design e comunicazione con ottimi risultati, sia per le idee innovative che i giovani riescono a offrire nel comunicare un tema così delicato, sia per l’effetto che l’informazione ha per l’emersione del sommerso”. Il progetto, ideato da SVS Donna Aiuta Donna Onlus è nato con l’obiettivo di stimolare i giovani creativi a riflettere sul problema della violenza contro le donne e a ideare linguaggi nuovi e più efficaci per sensibilizzare l’opinione pubblica e per informare le persone che a Milano è presente ed attiva una rete di centri specializzati ai quali è possibile rivolgersi per chiedere aiuto ed essere sostenuti nel percorso di uscita dalla violenza. In particolare è stato chiesto ai ragazzi di trovare messaggi da indirizzare agli uomini per indurli a riflettere sull’argomento, tanto più se sono violenti. Anche loro possono trovare in città specifici centri di sostegno cui rivolgersi. Sono intervenuti inoltre i referenti delle scuole coinvolti nelle campagne: Carlo Forcolini, Direttore scientifico IED, Daniela Cardini, Docente della Facoltà di Comunicazione, Pubbliche relazioni e Pubblicità dello IULM, Alberto Bonisoli per NABA che si sono anche resi disponibili a realizzare un’operazione ancora più allargata: coinvolgere nella comunicazione antiviolenza tutte le università di Milano e la nostra Associazione per creare una rete di sensibilizzazione il più ampia possibile.

Comments are closed.